Terapia del sorriso

Terapia del sorriso

Terapia del sorriso

Last Updated on

Ridere fa bene

Il buonumore è una delle basi per la salute del nostro corpo, interpretando al contrario il detto “mens sana in corpore sano” potremmo dire che un corpo sano deriva anche da una mente sana.

Cose’è la terapia del sorriso?

Da questo concetto base nasce la terapia del sorriso, che aiuta ogni anno migliaia di persone malate costrette in un letto d’ospedale, soprattutto bambini.
Il sorriso infatti ci tiene giovani, allevia lo stress, ha tutta una serie di effetti positivi sul nostro corpo che neanche immaginiamo.
Il sorriso ci aiuta nelle relazioni, trasmette empatia e ci aiuta ad essere meno soli: il sorriso è un buon metodo per scacciare la solitudine!

Recentemente, è uscito uno studio canadese che conferma queste impressioni, dicendo che chi è di buon umore contrasta le infezioni più efficacemente, questo perché c’è una diminuzione dell’immunoglobulina meno marcata.

Sapete che solo in Italia ci sono più di 6000 dottori-clown?
Sono gli angeli delle corsie, quelli che portano il sorriso non solo ai bambini, ma anche agli anziani, oppure a quelle persone costrette in un lettino dopo un incidente e ferme da mesi in riabilitazione.

La forza di un sorriso è immensa, vivere con il sorriso è autostima, è forza di volontà, è voglia di riuscire.
Pensate ad esempio ad Alex Zanardi, ex pilota di formula 1 che in un gravissimo incidente perse l’uso delle gambe.
Secondo voi, ne sarebbe uscito com’è oggi, campione di Handbike a livello mondiale, senza il sorriso?

Il sorriso aumenta la nostra autostima, allontana il rischio depressione, ridere migliora le nostre capacità respiratorie, fa bene alla mente e al cuore.

Il sorriso fa bene anche a chi soffre di stitichezza! Avete sorriso eh?
Non è una battuta, ridere aiuta il nostro corpo ad espellere anidride carbonica, migliorando così le funzioni del nostro intestino.

Insomma, dai, ridere fa bene, ma nel caso non volessimo sorridere?
Se avessimo una brutta dentatura, non vorremmo far vedere che abbiamo una brutta bocca, non pensate che sarebbe deleterio per la nostra salute?

ridere-fa-bene-blog-psicologia


Odontoiatria e psicologia: quanto un buon sorriso può influire sul nostro quotidiano

Un concetto di bellezza rigido ed incentrato su canoni prestabiliti universalmente ha poca ragione di esistere in un mondo dove le diversità fisiche la fanno da padrone; sentirci bene con noi stessi è fondamentale, e il giudizio che abbiamo di noi stessi non dovrebbe essere influenzato dagli altri.

Bisogna comunque dire che alcuni aspetti del nostro fisico, se opportunamente curati, riescono ad incrementare notevolmente il livello di autostima e a semplificare il processo di interrelazione con gli altri.

Approfondendo la questione, non possiamo non evidenziare il ruolo che un bel sorriso assume nei rapporti quotidiani.

Chi sorride al suo prossimo, lancia in quell’esatto momento un messaggio corporeo, ed è un metodo straordinario per comunicare non solo con le persone che ci sono più vicine come i nostri familiari, ma anche con persone a noi lontane per lingua e provenienza geografica.

Potremmo dire che un sorriso riesce ad abbattere numerose barriere, ed effettivamente è così!

Perché la cura del sorriso e delle espressioni facciali è così importante dal punto di vista psico-sociologico?

Il nostro volto è un biglietto da visita che mostriamo agli altri, e la mimica facciale è parte integrante del processo di comunicazione interpersonale; poter mostrare liberamente il nostro sorriso facilita fortemente l’espressione dei nostri sentimenti e ci aiuta ad aprirci più facilmente con gli altri.

Chi non riesce a farlo è perché spesso si trova ad avere un cattivo rapporto con il proprio sorriso, (le cause possono essere varie, da una dentatura non perfettamente allineata, ad un colore non proprio bianchissimo, fino alla mancanza di alcuni denti per cause riconducibili a traumi esterni o malattie).

Qualunque sia la causa, se si convive con ostacoli che contribuiscono a tenere celato il sorriso, si rischia di avere serie difficoltà nel relazionarsi con il prossimo, e questa può diventare una problematica particolarmente invalidante sul piano sociologico.

Le difficoltà che incidono negativamente durante la socializzazione non nascono dal nulla, ma sono un problema del quale prendiamo facilmente coscienza (è sufficiente guardarsi allo specchio e vedere subito se la nostra immagine riflessa ci soddisfa) e che può condizionare il nostro modo di comportarsi (si sorride in rare occasioni, si tende a nascondere la bocca, si ha minor propensione ad intrattenere rapporti sociali).

E’ chiaro, quindi, che la cura del sorriso non può essere declinata ad un semplice vezzo, ma assume a tutti gli effetti  una ruolo psico-sociologico, e come tale deve essere curata.

sorriso-autostima

I benefici che un sorriso apporta al nostro corpo sono numerosi:

  • sorridere influisce positivamente sul nostro stato di salute  mentale! Una risata contribuisce alla produzione di endorfine, che producono un maggior rilassamento fisico ed una maggior sensazione di serenità (un po’ come quando ci facciamo una bella corsa all’aria aperta… il senso di piacere e di benessere che si prova una volta terminata, ci fa dimenticare della stanchezza accumulata!). Sorridere aiuta anche a rafforzare il nostro sistema immunitario e ci consente di combattere più facilmente i virus (alla base di questo vi è proprio uno studio universitario americano che afferma quanto una risata contribuisca all’aumento del numero di anticorpi);
  • il sorriso è una medicina che fa bene ai nostri polmoni (maggior dilatazione delle cavità nasali e maggior ricambio d’aria, fino a 3 volte maggiore di una regolare ossigenazione);
  • il sorriso porta a migliorare il nostro atteggiamento mentale verso le persone con le quali ci relazioniamo e contribuisce ad affrontare la giornata con il giusto piglio (sarà solo una questione di apparenza, ma a detta di molti, chi presenta un bel sorriso appare ai più come una persona sicura di se stessa, interessante, piacevole e padrona dei suoi mezzi ;sia chiaro che dall’apparire alla pratica ce ne corre e molto!).

Un aspetto positivo in questa situazione lo si può trovare se pensiamo che la nostra morfologia facciale e l’aspetto del nostro sorriso possono essere gestiti con risultati ottimali da parte di medici e specialisti odontoiatri.

Una visita con un esperto in estetica dentale consente di individuare quali sono le problematiche che più ci debilitano nel rapporto che abbiamo quotidianamente con il nostro sorriso, starà poi al dentista individuare l’intervento più adatto per il nostro caso, come:

  • l’inserimento di protesi dentali  nel caso in cui la perdita  interessi alcuni denti o un’intera arcata dentale (fortunatamente esistono numerose tipologie e tecniche di odontoiatria protesica che contribuiscono a risolvere il problema);
  • lo sbiancamento dentale nei casi in cui la naturale colorazione dello smalto abbia perso di tono a causa di alimenti o bevande (viene facile pensare subito al caffè);
  • il ripristino della regolare forma del sorriso con l’inserimento di apparecchi o con l’ortodonzia invisibile (che aiuta a correggere anche piccoli difetti estetici come gli spazi vuoti tra i denti, o diastemi);
  • l’inserimento di faccette dentali, delle vere e proprie mini-protesi che consentono di nascondere piccoli difetti di forma, colore o posizione dei denti;
  • ….non dimentichiamo, però, che gli interventi dal dentista sono importanti, ma tutto deve partire dalla regolare cura della nostra igiene orale!

Alla Prossima, con il sorriso però!

Psicologo veneto