Disturbo di depersonalizzazione e derealizzazione

Disturbo di depersonalizzazione e derealizzazione

Quadro sintomatologico del disturbo di depersonalizzazione e derealizzazione

Il DDD, ovvero Disturbo di Depersonalizzazione e Derealizzazione fa parte dei disturbi dissociativi, così come l’amnesia dissociativa e il disturbo dissociativo di personalità, come confermato anche dal manuale DSM-5.
Questo disturbo consiste in uno stato di alterazione della consapevolezza di se, come una specie di separazione tra l’io interiore e l’io corporeo o dall’ambiente che ci circonda.

Disturbo dissociativo di personalità

Disturbo dissociativo di personalità

Disturbo dissociativo dell’identità, sintomi, cause e conseguenze.

Il disturbo dissociativo di personalità o dell’identità, detto anche DDI, ha la caratteristica di presentare nello stesso soggetto almeno due distinte personalità diverse e indipendenti, si tratta quindi di un disturbo di personalità multipla.

Queste identità si alternano nel soggetto prendendone il controllo l’una o l’altra, dipende dalle situazioni, e sono entrambe all’oscuro dell’esistenza dell’altra.
Questo significa che la persona affetta da disturbo di personalità non ha la minima idea di avere due coscienze, modi diversi di pensare e di agire in base a “chi” si impossessa di lui.

Amnesia dissociativa

Amnesia dissociativa

L’amnesia dissociativa e l’incubo di dimenticare i bimbi in auto

E’da poco entrata in vigore questa tanto chiacchierata legge sui seggiolini anti abbandono, infatti dal 7 novembre 2019 scatta l’obbligo di acquistare i seggiolini appositi oppure i kit anti abbandono da applicare ai seggiolini già acquistati.

Questa legge purtroppo è stata discussa e approvata dopo i tanti episodi accaduti, con bimbi dimenticati nell’auto sotto il sole o al freddo per ore dai genitori senza alcuna volontarietà, ma appunto a causa, spesso, di amnesia dissociativa.