Amaxofobia, la paura di guidare

Amaxofobia, la paura di guidare

Amaxofobia, la paura di guidare

Last Updated on

Hai paura di guidare? Scopri perché e come superarla

Mentre guidi sei troppo ansioso per paura di fare un incidente?
Probabilmente soffri di amaxofobia, la paura esagerata di guidare.

Cerchiamo di capire quali sono i sintomi di questa strana fobia, le possibili cause e terapie per uscirne.


Cos’è l’amaxofobia?

Come detto, l’amaxofobia è la paura irrazionale della guida ed è una fobia specifica come lo sono, ad esempio, l’emofobia, l’agliofobia, l’ailurofobia, ed è un disturbo d’ansia più frequente di quello che si pensa, soprattutto nelle donne.
Esistono a tal proposito delle scuole guida che lavorano in collaborazione con psicologi proprio per far fronte a questo problema.

In ogni caso, provare emozioni negative come ansia e paura in alcune situazioni di guida è abbastanza comune, dobbiamo tenere sotto controllo un numero altissimo di stimoli in pochissimo tempo e agire di volta in volta di conseguenza.

Inoltre le varie notizie di incidenti che riceviamo dai possono aumentare le nostre preoccupazioni e la nostra ansia, facendoci così sentire meno propensi a prendere la nostra auto.

Chi soffre di amaxofobia non soffre semplicemente dei tipici fastidi che si provano quando si guida di notte o sotto la pioggia, oppure quando ci si trova incastrati in una coda infinita, la loro paura va molto più in la di questo.

Chi soffre di amaxofobia ha un vero e proprio terrore al pensiero di dover guidare.


Amaxofobia: sintomi

Ecco qui di seguito alcuni sintomi tipici di chi soffre di amaxofobia:

  • Pensieri catastrofici
  • Panico, ansia e terrore
  • Vertigini
  • Tachicardia
  • Sudorazione intensa

Altri sintomi invece possono essere di tipo comportamentale, come ad esempio:

  • Trovare mille scuse per non guidare
  • Guida eccessivamente prudente
  • Evitare sempre le strade ad alta percorrenza


Amaxofobia: cause

L’amaxofobia può manifestarsi sia in chi non ha mai guidato prima d’ora che in chi guida da diversi anni, e queste sono le principali cause di questa paura:

  • Fattori genetici
    Alcune persone sono considerate più geneticamente predisposte ai disturbi d’ansia rispetto ad altre.
    Anche se questo non implica che per forza anche i discendenti di una persona socialmente ansiosa svilupperanno gli stessi problemi, hanno comunque maggiori probabilità di esserne colpiti.
  • Scarsa autostima
    Non sentirsi sicuri e mettere in discussione le proprie capacità alla guida può anche portare all’amaxofobia.
    Anche essere in qualche modo affetti da uno stato depressivo può esserne concausa.
  • Traumi o esperienze negative
    Un incidente avuto in passato, magari con feriti, può portare ad aver paura di rimettersi alla guida per paura che possa ricapitare.
    Altre volte può capitare che altri disturbi d’ansia, fobie o attacchi di panico mentre si è alla guida possano portare allo sviluppo della paura di guidare.
  • Tratti caratteriali
    Chi soffre di amaxofobia è solitamente ansioso, molto autocritico, non tollera gli imprevisti, come affrontare code ed ingorghi, trovarsi a guidare su strade sconosciute, guidare sotto un violento temporale.
  • Problemi cognitivi
    Distorsioni cognitive del pensiero logico, come ad esempio pensare di dover forzatamente fare un incidente perché si è sfortunati può benissimo essere una concausa di amaxofobia.
incidente-amaxofobia


Amaxofobia: le conseguenze di questa strana fobia

Alcune persone che soffrono di amaxofobia smettono di guidare e usano i mezzi pubblici o si fanno portare da altri, mentre altri fobici con la paura di guidare magari si limitano solo a non guidare in autostrada o comunque su strade molto trafficate e quindi potenzialmente pericolose.

Tuttavia, non sempre queste scelte sono possibili, ed in ogni caso sono limitanti per la vita di tutti i giorni.
Inoltre, soffrire di questa fobia può generare sentimenti di incomprensione da parte di amici e familiari, soprattutto durante la guida.


Amaxofobia: trattamento

Per curare l’amaxofobia si ricorre, come per tutte le fobie, alla psicoterapia, di solito in accoppiata psicologo-scuola guida, ma bisogna capire bene di caso in caso quanto grave sia il problema.

Bisogna infatti capire quanto questa paura di guidare sia radicata nel paziente, qual’è il suo livello di autostima, quali sono secondo lui le esperienze segnanti che lo hanno coinvolto.

Uno dei trattamenti di psicoterapia consigliati è la terapia dell’esposizione, dove il paziente viene portato progressivamente, per gradi, verso le sue paure più profonde in modo da poterle affrontare sapendo, coscientemente, di essere al sicuro.

Ad esempio si può cominciare con il guidare con un auto da scuola guida, con i doppi comandi quindi, e magari su una strada privata e quindi senza passaggio di altre automobili, per poi, gradualmente, andare a guidare in mezzo al traffico.

Sarà poi sempre cura del terapeuta scegliere il miglior percorso da seguire in base al tipo di paziente.

Grazie,
alla prossima.

Psicologo veneto